Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali



Archivio Fotografico

Sistemazione dell'area dell'Ara PacisLa raccolta fotografica dell’Archivio storico capitolino si è costituita originariamente con la separazione del materiale fotografico dal rimanente patrimonio della Biblioteca Romana. In essa confluì, successivamente, materiale fotografico proveniente da vari uffici comunali, tra cui il Gabinetto del Sindaco e l’Ufficio Propaganda del Governatorato.

Il fondo, composto da circa 3000 positivi, costituisce un'importante fonte per visualizzare, attraverso vedute di luoghi, di edifici, di monumenti, e di personaggi, la vita a Roma, sotto il profilo storico, artistico, urbanistico, e socio-politico, con particolare riguardo all’amministrazione capitolina, nel periodo compreso tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento.

Comprende vedute di Roma, delle sue strade e delle sue piazze, oggi in gran parte scomparse, dei suoi palazzi con i loro interni, delle collezioni dei suoi musei. Altre fotografie mostrano episodi di vita cittadina, di cerimonie, di esposizioni, di squarci di ambiente.

Contiene inoltre immagini relative agli interventi dell'amministrazione capitolina in campo sociale, in quello dei servizi pubblici e delle sistemazioni viarie e architettoniche finalizzate alla costruzione della neocapitale e, via via, alla crescita della città moderna. Citiamo, fra gli altri, gli album delle fotografie del Tevere (1878-1883: prima della costruzione degli argini), di villa Ludovisi (prima del 1885, anno della lottizzazione e della trasformazione edilizia del quartiere di Porta Pinciana), di Roma vista dall'alto negli anni Venti (precedenti le demolizioni di epoca fascista), della nuova Passeggiata sul Gianicolo (degli inizi del '900), e un gruppo di gigantografie documentanti i lavori edilizi e stradali nei quartieri Esquilino, Monti, Castro Pretorio (finalizzati alla costruzione della città neocapitale). Significative anche le fotografie riguardanti il servizio della Nettezza Urbana, i Mercati Generali, e, in epoca fascista, la sistemazione dell'area dell'Ara Pacis, gli album riguardanti la nascita del Lido di Roma, il censimento delle baracche, la festa dell'uva, la lotta contro le mosche e gli orti di guerra.

Prevalente intento celebrativo hanno, poi, le fotografie, firmate dall'Istituto Luce, che ritraggono Mussolini in varie cerimonie, parate ed interventi pubblici oppure quelle del Servizio fotografico dell’Ufficio Propaganda del Governatorato relative a cerimonie pubbliche cittadine.

Completa la raccolta una sezione di ritratti in cui sono da segnalare la serie quasi completa dei ritratti dei sindaci, o facenti funzione di sindaco, di Roma fino al Governatorato e l'album con tutti i componenti della giunta guidata da Ernesto Nathan, che tanta parte ha avuto nella storia della amministrazione capitolina.